Air Jaws: Camminare con gli squali bianchi

Celebrando Air Jaws - Camminando con gli squali bianchi

Basandoci sulle nostre osservazioni sulle interessanti dinamiche sociali osservate a Stewart Island nel 2014, siamo tornati ancora una volta a Stewart Island in Nuova Zelanda. Questa volta la WASP era stata modificata per essere un po' più sicura, ma sfortunatamente le modifiche avevano inavvertitamente reso più difficile la manovra e molto più difficile da raddrizzare in caso di caduta.  Guardiamo indietro ad Air Jaws Walking with Great Whites.

violazione dello squalo

Il nostro obiettivo era quello di vedere cosa stavano effettivamente facendo gli squali bianchi nelle profondità che circondano l'isola di Edwards e di cosa si stavano nutrendo.

Questo è stato davvero uno spettacolo che ha avuto delle sfide. Il tempo non è stato un gioco da ragazzi, abbiamo avuto un sacco di onde e correnti e abbiamo avuto molte parti in movimento creando molte situazioni di stress. Inoltre, i nuovi regolamenti avevano reso quasi impossibile realizzare qualsiasi ripresa e tutto combinato, fatto per una ripresa di prova.

Sono stato calato sul fondo del mare sul lato ovest dell'isola, che è il lato più profondo dove l'acqua diventa rapidamente più profonda vicino alla riva. Quello che mi ha sorpreso è stato il fatto che, a differenza del lato orientale colorato e ricco di alghe, l'ovest era un vero deserto che mi ha ricordato le scene della luna con piccoli crateri e una zona praticamente senza vita.

Quando abbiamo iniziato ad attirare gli squali, le cose sono cambiate rapidamente e in particolare è stato il fatto che improvvisamente ho iniziato a vedere molti piccoli palombi (piccole specie di squali). Sappiamo dal nostro lavoro in Sud Africa quanto siano vitali questi piccoli squali nella dieta dei grandi bianchi e questo, insieme ai molti sette squali branchiali che si trovano vicino all'isola di Stewart, potrebbe essere un'altra ragione per cui i grandi bianchi sono lì. Sappiamo dal Sudafrica che le foche non sono sufficienti per mantenere i grandi bianchi in giro per lunghi periodi ed è infatti la specie di squalo più piccola a cui sembrano più parziali.

Tuttavia, non ho mai visto i grandi bianchi andare per questi piccoli squali e l'unica inclinazione su ciò di cui gli squali si stavano nutrendo è stata vedere uno dei grandi bianchi trascinare la traccia del monofilamento dell'attrezzatura terminale di un pescatore di merluzzo blu . Chiaramente gli squali erano in competizione anche con i pescatori per il merluzzo.

Non avendo visto gli squali cacciare di giorno decidiamo di alzare la posta e riprovare di notte. Cue più palle in aria e più cose che possono andare storte. Ora mi faceva calare sul fondo del mare in 65 piedi d'acqua, il mio amico, il famoso cameraman marino Andy Cassagrande in un'altra gabbia, cavi con le nostre comunicazioni in superficie e banchi di luci per illuminare qualunque cosa stesse succedendo laggiù. Buttaci 10-15 nodi di vento e una bella leccata di corrente ed è una ricetta per una paella di cacca.

attività acquatiche città del capo

Non molto tempo dopo aver toccato il fondo del mare sono arrivati ​​i primi grandi bianchi. Devo dire che è stato fantastico. Emergerebbero e scomparirebbero nell'oscurità come fantasmi. La loro abilità da predatore e maestri nel camuffamento e nell'imboscata è stata amplificata da questo mantello di oscurità. Guarderesti da una parte e un'ombra andrebbe sopra la testa, guarderesti in alto e nient'altro che oscurità, era inquietante, eccitante e stressante allo stesso tempo. Cominciarono ad arrivare anche i piccoli squali, ma come alla luce del giorno, i grandi bianchi prestarono poca attenzione a loro.

Poi ha iniziato ad andare storto, la corrente si era alzata, la sabbia era stata trasportata in una tempesta di polvere sottomarina aggravata dall'improvvisa intrusione delle nostre luci quando volevamo vedere cosa stava succedendo e il fatto che sia Andy che io eravamo ora ribaltandosi a intervalli regolari nelle nostre gabbie.

Dopo 30 lunghissimi minuti, entrambi segnalammo con riluttanza che era troppo difficile lavorare in queste condizioni e iniziò il processo per riportarci in superficie. Ero leggero nel WASP e sono stato sollevato per primo, ma quando Andy è tornato in superficie aveva ancora 10 bar d'aria. Devo dire che Peter, Kina e Ross, che erano il nostro team di superficie, hanno fatto incredibilmente bene nelle condizioni e nelle circostanze ed ero grato per la loro esperienza combinata lassù poiché l'intera immersione sarebbe potuta andare terribilmente storta.

Siamo riusciti a ottenere un paio di scatti e alcuni scorci nel quadro generale di ciò di cui si nutrivano gli squali. Abbiamo anche visto che di notte gli squali erano ugualmente a loro agio in presenza l'uno dell'altro. Sfortunatamente, non avevamo abbastanza elementi visivi o immagini divertenti per giustificare un documentario di un'ora intera che si addiceva al titolo di Air Jaws. Devo dire che Jeff, come produttore e regista, è da ammirare per essere sempre calmo sotto pressione e trovare sempre un modo per far funzionare le cose.

Quindi, siamo tornati in Sudafrica per confrontare il comportamento degli squali sotto la superficie rispetto alle loro controparti kiwi. Avevo realizzato una versione leggera del Wasp che era più un bluff che una vera protezione e Dickie aveva evocato un'impressionante imbarcazione chiamata Hornet per provare a filmare una breccia sott'acqua, compito non facile!!

Celebrando False Bay a Cape Town, Sud Africa

I nostri problemi erano simili alla Nuova Zelanda in quell'isola di Dyer dove stavamo lavorando al largo della costa di Cape South è spesso colpita da mari enormi e molta corrente. È anche un'area dove ci sono molte immersioni commerciali in gabbia per grandi bianchi e come tale stavamo gareggiando con queste barche per attirare l'attenzione di uno squalo. Abbiamo quindi spesso avuto lunghi periodi di inattività e durante i periodi di attività, sia Andy che io abbiamo passato molto tempo a rotolarci sul fondo del mare in chiazze cosparse di ricci, un'esperienza dolorosa. A differenza degli squali bianchi ravvicinati in Nuova Zelanda che si mantengono l'uno con l'altro, i grandi bianchi sudafricani si mantenevano a distanza con una gerarchia evidente molto chiara. È stato fantastico vedere grandi bianchi nuotare vicino e attraverso foreste di alghe, più o meno come guardare un Avatar sott'acqua. Per tutte le carenze di quei pochi momenti in cui tutto si è riunito è stato fantastico.

Poi fu il turno di Dickies. Dicky doveva essere rimorchiato dietro la nostra barca, nella sua imbarcazione soprannominata Hornet. L'Hornet era per mancanza di una descrizione migliore, una gabbia molto leggera sospesa sotto due pontoni d'aria. Ha permesso a Dickie di filmare all'indietro, ma ha dovuto affrontare un'enorme pressione dell'acqua mentre veniva rimorchiato e una visibilità limitata senza alcun preavviso su dove e quando potesse provenire uno squalo.

Avevamo rimorchiato Dickie per molto tempo, probabilmente più di 2 ore. L'acqua era a 13 C e lui era congelato, ma perseverava. Poi improvvisamente fuori dal verde un enorme squalo ha fatto breccia. È salito su come un razzo, è rimasto appeso lì e poi si è schiantato di nuovo in mare. Avevamo due telecamere ad alta velocità ad alta definizione, un drone, le mie foto e, si spera, l'angolo subacqueo di Dickies, ma ce l'ha fatta.

Il mio tempo con Fred a Edwards Island

Abbiamo riportato l'Hornet sulla barca ed è emerso un Dickie tremante dagli occhi selvaggi, amico, l'hai visto !!! furono le sue parole eccitate. Abbiamo rapidamente rivisto ciò che aveva girato e l'incredibile Dickie, così come tutti a bordo, avevano inchiodato la spettacolare breccia da ogni angolazione immaginabile. Sorprendente. Se non altro questo era stato un documentario sulla perseveranza in condizioni difficili. Man mano che gli squali diventano sempre meno e le richieste e i limiti di attenzione del pubblico diventano sempre più difficili da soddisfare, ci troviamo a spingere per ottenere sempre di più. Questo è stato un esempio calzante in cui tutti hanno fatto la loro parte per farlo funzionare. Finalmente abbiamo avuto lo scatto che ha impostato il finale di questo spettacolo.

Lo stalker notturno di Air Jaws 2016

Sebbene tutti gli spettacoli di Air Jaws abbiano ottenuto punteggi molto alti, spesso ai vertici delle classifiche della settimana degli squali e di solito vengono scelti come spettacolo principale per questa celebrata settimana di programmazione, a volte il pubblico non apprezza esattamente ciò che sta vedendo. Air Jaws Night Stalkers è stato un esempio calzante. Come suggerisce il nome, lo spettacolo doveva guardare alle attività predatorie dopo il buio dei grandi bianchi a Seal Island e Mossel Bay in Sud Africa.

Il team di Apex e io abbiamo raccolto dati su oltre 10 eventi predatori in più di 000 anni a Seal Island. Avevamo quindi una buona idea delle attività diurne e volevamo mettere alla prova alcune teorie quando si trattava di ciò che accadeva dopo il tramonto.

Per questo spettacolo ho collaborato con un amico e uno dei più eminenti scienziati di squali al mondo Il dottor Neil Hammerschlag. In assenza di Jeff, Tony Sacco, il normale braccio destro di Jeff aveva assunto il ruolo di produttore. Tony è un eccellente cameraman, è creativo, pianifica una ripresa su un tee ed è il motivo per cui tutte le "altre" inquadrature oltre agli squali volanti sembrano belle come loro.

Quello che stavamo cercando di fare non era mai stato tentato prima con i grandi bianchi. Era per filmarli mentre cacciavano e sfondavano di notte da una barca. Gabbia per squali che si tuffa nella baia di Mossel sono riusciti a ottenere degli ottimi scatti girati da un hotel locale ed è stato davvero l'unico lavoro di qualche importanza che ha tentato un compito così difficile.

Questa volta, tuttavia, abbiamo avuto il vantaggio di telecamere a luce incredibilmente scarsa che hanno reso la notte simile al giorno e, ironia della sorte, questo è stato il nostro difetto. La gente ha confrontato tutte le riprese che abbiamo ottenuto con quelle che sono state girate durante il giorno e commenti come "non era una violazione così grande o ho visto che violazioni più elevate erano all'ordine del giorno. Il fatto che è mancato è che tutto ciò che vedevi è stato girato di notte. È difficile sapere dove si trova un grande bianco durante il giorno e spesso è difficile individuare la loro preda, le foche, ma posso dirti che di notte è quasi impossibile. Il fatto che Tony sia stato in grado di ottenere una breccia o una sequenza di caccia nel film, secondo me, merita un Emmy. Aggiungi a questa fantastica bellezza scatti di galassie di stelle sopra i padroni di casa mentre fai interviste, scienza forte e altri aneddoti e fatti accattivanti e per me questo è stato uno dei migliori Air Jaws. Era uno spettacolo pieno zeppo di ciò che la gente criticava per non avere Discovery Channel, e questo lo rendeva reale.

immersioni in gabbia con gli squali

Quello che abbiamo scoperto è che alcuni singoli squali sono rimasti dopo il tramonto mentre tutti gli altri se ne sono andati solo tornando appena prima dell'alba. Abbiamo visto lo stesso schema in molte notti. È allettante e molto probabile che questi squali siano specialisti della notte. Abbiamo messo i tag su una manciata di squali che sono rimasti attaccati per un periodo non superiore a 24 ore e poi sono caduti senza lasciare nulla sullo squalo. Quello che abbiamo visto è che questi singoli squali notturni pattugliavano determinate aree spesso nelle esatte rotte di transito delle foche all'inizio del loro esodo notturno.

Abbiamo quindi utilizzato un sonar ad altissima definizione che non solo ci ha permesso di rilevare caratteristiche regolari come banchi di pesci, fondali marini ecc. ecc. Il dettaglio era così buono che non solo potevamo vedere il contorno dello squalo, ma potevamo anche distinguere caratteristiche anatomiche come una coda lunata o una chiglia caudale che identificava lo squalo come un grande bianco. Abbiamo anche potuto vedere chiaramente come le foche hanno usato il fondo del mare per la loro esplosione iniziale quando hanno lasciato Seal Island e come lo squalo si è avvicinato a loro e li ha seguiti. Sebbene non abbiamo effettivamente registrato una caccia con questo pezzo di equipaggiamento, abbiamo visto un'enorme quantità di comportamenti affascinanti.

Neil e io avevamo postulato a lungo sul significato della fase lunare per i grandi bianchi quando cacciavano le foche. Quello che abbiamo appreso analizzando i dati e da molte notti in mare è che gli squali erano molto più propensi a cacciare al mattino presto in condizioni di Luna Nuova, poiché con ogni probabilità in condizioni di luna piena, avrebbero integrato la loro alimentazione diurna e crepuscolare con un spuntino notturno o due.

Durante questo documentario, Neil e io abbiamo raccolto escrementi di foche su Seal Island che Neil ha poi effettuato un'analisi isotopica stabile su dove lui e altri scienziati sono stati in grado di determinare quando utilizzati in combinazione con la base di dati sulla predazione di Apex i livelli di stress a cui erano soggette le foche nei giorni di alta predazione. Non sorprende che le foche di Seal Island False Bay siano le più stressate di qualsiasi colonia di foche conosciuta ovunque. Lo starei bene se dovessi nuotare attraverso un cordone di missili balneari super carichi ogni giorno!

Anche se gli ascolti non sono stati in cima alle classifiche, per me questo è stato un grande spettacolo, pieno di scoperte, scienza e contenuto intellettuale, forse la prossima volta non dovremmo usare telecamere così illuminanti.

Festeggiamo anche noi Air Jaws: Ritorno dalla morte ed Air Jaws: Apocalisse.

Condividi questo post

Blog correlati

Grandi tour degli squali bianchi
Fatti sugli squali

Gli squali più forti del mondo

Di Courtney Cooper Gli squali più forti del mondo Gli squali sono le creature più temute dell'oceano. Sono i migliori predatori che siano mai esistiti

Il Capo Di Buona Speranza
Immersione con gabbia di squalo

Cosa c'è in un nome? Seal Island, False Bay.

La storia di Cape Point e False Bay inizia nel 1488 quando il Capo di Buona Speranza fu chiamato "Il Capo delle Tempeste" dal

STATO DEL VIAGGIO

DOMANI

Martedì
27 Giugno 2023

Prossimo viaggio 28 giugno
11h45

*Stato del viaggio aggiornato quotidianamente alle 16:00 SAST